Il sistema di cinture

| arte marziale | Ago 20, 2016 | No Comments » |

IL SISTEMA DI CINTURE

BIANCO
la purezza dello stadio iniziale delle cose, l’iniziazione ad un’arte che porta dentro di sé la speranza di un mutamento radicale. Queste le caratteristiche/virtù racchiuse in tale colore dato in dono ai novizi/principianti come monito per non cadere nella rinuncia e nell’abbandono

ROSSO
La forza quale virtù del secondo stadio di crescita. Forza da domare e trasformare in attività costruttiva senza abbandonarsi alla sua furia bellica distruttiva.

ARANCIO
Con la pratica il capoerista affina i movimenti rendendoli fluidi e armonici senza per questo cadere nell’arroganza e nella vanità.

GIALLO
La fiducia nel nostro corpo è condizione imprescindibile per le evoluzioni e le improvvisazioni che la capoeira fa desiderare alla nostra mente. Desiderio che non si deve macchiare con l’invidia.

VERDE
Una costanza appassionata dimostra il massimo amore per la Capoeira e il proprio gruppo. Attenzione però, così come l’amore può convertirsi in lussuria, così si rischia di instaurare un rapporto divorante con il proprio gruppo: il capoeirista fa dono di sé agli altri e alla Capoeira, non cerca di appropriarsene famelicamente.

BLU
Il capoeirsta diventa prudente nei movimenti controllandoli con fermezza. Prudenza che non dev’essere timore, bensì precisione per arrivare ad un’armonia perfetta con il proprio compagno.

INDACO
Il capoeirista è ora tecnicamente pronto: quella che prima era fede nella possibilità di apprendere è ora fiducia nelle proprie capacità. A questo punto però l’avida ricerca di miglioramento tecnico non basta, ciclicamente bisogna riprendere il sentiero, mettersi in ascolto di nuove conoscenze, di nuovi saperi, sempre disponibili a fare della propria crescita non un’avara collezione ma un’opportunità di sviluppo per tutti

VIOLA
La strada intrapresa apre le porte a nuovi livelli di conoscenza; il primo appartiene all’istruttore che oltre alle tecniche di capoeira inizia a destreggiarsi con l’insegnamento apportando nuove visioni da condividere.

BIANCO CON TUTTI I COLORI
Ecco che tutti i colori vissuti fino ad ora si riuniscono in un’unica corda bianca, quella del professore, sincero nei confronti degli allievi e del mestre. La conoscenza acquisita, però, non deve degenerare in dispersione.

BIANCO
Il penultimo livello ritorna ad essere bianco a significare la purezza e la nuova energia acquisita nei movimenti senza per questo cadere nella fissazione.

Il Mestre, libero da ostacoli e privo di cintura, è pronto per l’affermazione del proprio io, ma non per questo libero di lasciarsi andare a decisioni sconsiderate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *